Blog: http://JeSuisPop.ilcannocchiale.it

The bourgeoisie will get over it, look at me, I'm so over it, and you, you get over it, you do, you get over it in time

¡Non sia mai che il genere umano dimentichi un simile abominio!


Qualche minuto fa, mentre il bel JSP preparava pasta d'emergenza (con due tipi di paste differenti nel formato e nella marca) per mettere una toppa su tentativo disperato e prevedibilmente fallito di cucinare fettina sceltissima di bovino comprata per darsi arie di uomo e chef indipendente mentre le sue donne sono fuori a vivere la loro vita, nella spumeggiante trasmissione di Rai1 Ciak si gira Emanuele Filiberto, nel presentare un video a tematica "shoah" dell'immortale Don Backy, si scusa, con ritardo attribuibile soltanto a questioni meramente anagrafiche, con italiani, in quanto discendente dei Savoia, per firma che bisnonno aveva apposto su leggi razziali.
Varie le reazioni: mentre Pupo e l'eminente Cristiano Malgioglio si sentono di fare complimenti a Emanuele Filiberto per coraggio di porgere proprie scuse, i più intransigenti Lamberto Sposini e Massimo Giletti trovano che scuse fossero semplicemente dovute, mentre il rigoroso Pupo sente necessità di sincerarsi che voti dati da giurati siano stati decisi solo su base di qualità artistica di nsieme di video e canzone e che non siano stati, invece, influenzati da impellenza di tematica. Tutti d'accordo, comunque, su bellezza video e su sua capacità di toccare animi trattando tematiche tanto importanti, così come è comune accordo su necessità di coltivare memoria.

Per non dimenticare: mai comprare carne costosa quando si può cucinare pasta all'olio.


Pubblicato il 19/3/2010 alle 21.41 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web